Archivio mensile:febbraio 2007

Festa Diocesana dell’Adesione – Inaugurazione del Centro Diocesano di AC

Alcuni protagonisti della serataLa Festa Diocesana dell’Adesione, organizzata dall’Azione Cattolica, dalla Pro Loco di Acerenza, in collaborazione con la Parrocchia Assunzione di Maria Vergine e San Canio, Domenica 17 Dicembre, è concisa con l’inaugurazione del Centro Diocesano di Azione Cattolica presso i locali dell’ex Curia in via Vitt. Veneto. Momento di preghiera con una solenne Concelebrazione Eucaristica presieduta da S.E. Mons. Francesco Lambiasi – Assistente Generale di Azione Cattolica Italiana e S.E. Mons. Giovanni Ricchiuti – Arcivescovo della Diocesi di Acerenza. Nel pomeriggio presso la Sala Convegni “Giovanni Paolo II” – Villaggio Tabor si è tenuta la Conferenza “Da Verona ad Acerenza… Continua a leggere

Un salto nel passato: Vaglio di Basilicata ed il Natale negli anni ’50

Natale d’altri tempi: “Gesù nasce a Vaglio nel dopoguerra”. Questo il titolo dato al Presepe itinerante ideato dalle insegnanti della Scuola Primaria “N. M. Tamburrino” di Vaglio di Basilicata con la collaborazione del personale ATA, dei genitori degli alunni e con il patrocinio del Comune. Il visitatore ha respirato il sapore acre del fumo che sale dal paiolo, ha ascoltato il martellare del fabbro, ha riannodato i fili con un passato fatto di semplicità e familiarità.

Bellissima l’ambientazione scenica tipicamente lucana ma, vicina “spiritualmente” alla Palestina. Vaglio di Basilicata piccola Betlemme. Illuminato da 200 citronelle e riscaldato dal calore di fuochi accesi per strada e dalla musica di sette “suonatori” che hanno ritmato canti natalizi, il Presepe si è snodato lungo le tre vie principali del paese Sabato 23 Dicembre. La Natività, punto di partenza e di arrivo, allestita nell’ex Palazzo Baronale “U Spurt” ha, idealmente, raccolto il pensiero di un paese che ha assaporato il gusto amaro di “una vigilia” di Natale degli anni ’50. Continua a leggere

Il Vescovo ha incontrato le autorita’ civili istituzionali

Acerenza - panoramaPer il secondo anno consecutivo l’Arcivescovo Giovanni Ricchiuti ha incontrato gli esponenti delle istituzioni locali ricadenti nel territorio diocesano: oltre ai sindaci e ai massimi esponenti delle comunità montane, in questa occasione era presente il presidente della Provincia di Potenza Sabino Altobello. Si è trattato di un incontro ricco di contenuti che ha consentito di effettuare una ricognizione a 360°sulle piccole realtà territoriali in cui viviamo. Se i sindaci hanno parlato delle proprie comunità il presidente Altobello invece ha esposto in maniera complessiva la situazione generale del territorio che amministra ponendo l’attenzione sugli aspetti sociali, civili ed economici.

L’evento si è svolto presso il salone dei convegni del Villaggio Tabor di Acerenza venerdì 29 dicembre 2006. Continua a leggere

Perchè i PACS sono contro la PAX “civile e sociale”

Il Cardinale RuiniLa Chiesa ha il diritto di intervenire su questioni inerenti la difesa della vita e della famiglia. Non si può comprendere infatti che si pretenda di escludere la legittimità di manifestare quel giudizio e quell’insegnamento venendo così a colpire la libertà di esprimerlo. Ne verrebbe ferita non solo la libertà della Chiesa, ma la stessa libertà di manifestazione del pensiero (L’Osservatore Romano dell’1 febbraio 2007). La famiglia è la “via dell’uomo”, il luogo in cui si apre alla vita e all’esistenza sociale. Rimane il luogo di un forte coinvolgimento affettivo. È oggetto di un’attesa di riconoscimento personale. Assicura la stabilità necessaria alla missione educativa. È riconosciuta come l’ultimo rifugio di fronte alla minaccia dell’emarginazione. Continua a leggere

“Amare e desiderare la vita”

Pietragalla - Il Vescovo sul sagratoOggi la Chiesa italiana celebra la 29ma “Giornata per la vita”. Sua Eccellenza Mons. Giovanni Ricchiuti ha voluto presiedere le Sante Messe nelle comunità di Pietragalla e Cancellara, rispettivamente di mattina e pomeriggio. L’Arcivescovo ha portato il messaggio “Amare e desiderare la vita”, lanciato dall’episcopato italiano, nelle due parrocchie.

Questo il messaggio di accoglienza della comuità pietragallese:

«Eccellenza reverendissima, le porgiamo i ringraziamenti di tutta la comunità di Pietragalla, grata per averla onorata della Sua presenza nella celebrazione della ventinovesima giornata per la vita.
Ogni momento, ogni realtà umana, ogni situazione sociale è preziosa agli occhi di Dio. Infanzia o vecchiaia, povertà o ricchezza, salute o malattia sono circostanze che fanno acquisire alla vita un significato profondo. Continua a leggere