Marta ci racconta il campo scuola ACR

acrTU SEGUIMI!

Sono una bambina di nome Marta, quest’anno ho partecipato al campo-scuola diocesano ACR “TU SEGUIMI”.
È stata un’esperienza fantastica e ora ve la racconto…
Appena arrivata mi vergognavo di stare con persone che non conoscevo, soprattutto con i ragazzi degli altri paesi. Il sacerdote che ci ha accolto è stato Don Michele.
Un signore di nome Pierpaolo ci ha regalato un cappellino e una maglietta con il nostro nome.
Sono stati formati 4 gruppi in base ai colori delle magliette. In ogni gruppo si facevano tante attività, si creavano oggetti e nuove preghiere.
Già il primo giorno ci siamo sistemati nei bungalow. Erano puliti ed eravamo i primi a dormire lì, bastava portarsi solo le lenzuola, i vestiti e una torcia.

Chi preparava la colazione, il pranzo e la cena erano alcune mamme dei bambini. A turno si sparecchiava e si apparecchiava ed è stato bello conoscere tanti amici in queste occasioni.
È stato bello che tutte le sere c’erano dei giochi e alcune sere la discoteca e l’ultimo giorno la caccia al tesoro.
Al mattino è stato bello svegliarsi con tante amiche intorno a me.

Il tema del campeggio era dedicato a San Pietro e ogni giorno si aggiungeva un pezzo per costruire una barca con reti, disegni e pesci.
Alla fine del campo-scuola eravamo tutti tristi di andare via e tornare a casa.
Vi consiglio di partecipare all’ACR e soprattutto a un campo-scuola perché è un’esperienza bellissima.

Marta La Gala

Un pensiero su “Marta ci racconta il campo scuola ACR

  1. Franca Nigro

    In questo tempo così difficile per la Chiesa e per il mondo Lei Santo Padre ci ha fatto riscoprire che : DEUS CARITAS EST.
    L’Azione Cattolica Laurenzana le augura :ad multos annos, Sancte Pater.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *