Appello del Pastore all’Azione Cattolica Diocesana

Una breve sintesi delle riflessioni di S.E. Mons. Ricchiuti in occasione del Convegno dell’Azione Cattolica Diocesana.

Questa è la domenica della gioia. E’ una sosta nel percorso penitenziale intrapreso per la nostra conversione nel cammino verso il Natale.

La Chiesa oggi professa con gioia la certezza che il Signore non mancherà di venire incontro all’uomo. Giovanni Battista mentre ci invita a preparare la strada al Signore che viene svela anche il progetto di Dio sull’uomo: Chi viene dopo di me vi battezzerà con il fuoco dello Spirito Santo. Accogliamo con gioia questo annuncio. Non lasciamoci scoraggiare dalle difficoltà del momento presente, non spegniamo il canto di lode che San Paolo ci mette sulla bocca in questa domenica , né la gioia che proviamo per la buona notizia dell’avvento del Signore.

Io vorrei rivolgere all’Azione Cattolica il Messaggio di Paolo ai tessalonicesi: “Facciamo emergere nella nostra vita lo splendore della Fede, della Carità e della Speranza.” L’Azione Cattolica deve la sua grandezza ai testimoni che l’hanno tenuta viva in questi 62 anni di presenza nella storia della nostra diocesi. Sulle colonne di questa cattedrale oggi ci sono le immagini di persone che nelle diverse parrocchie della diocesi hanno testimoniato con la loro vita la fedeltà all’Azione Cattolica. Sull’esempio di chi vi ha preceduto nella fede anche voi bambini, ragazzi, giovani, adulti siete chiamati alla santità. Il Vescovo guarda a voi con fiducia per il futuro della nostra Chiesa Locale, per questo territorio, per la crescita spirituale, culturale, civile, economica delle nostre comunità.

Vorrei rivolgere a tutta l’Azione Cattolica un appello: Vivete con piena consapevolezza il vostro ruolo laicale in comunione con il ministero ordinato e percorriamo insieme questo cammino di Chiesa. La Chiesa non può prescindere dall’Azione Cattolica, sono convinto e fiducioso che le donne e gli uomini dell’Azione Cattolica, resi uomini nuovi dall’azione dello Spirito Santo, potranno svolgere un ruolo importante nella nostra Chiesa e nella comunità civile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *