Un salto nel passato: Vaglio di Basilicata ed il Natale negli anni ’50

Natale d’altri tempi: “Gesù nasce a Vaglio nel dopoguerra”. Questo il titolo dato al Presepe itinerante ideato dalle insegnanti della Scuola Primaria “N. M. Tamburrino” di Vaglio di Basilicata con la collaborazione del personale ATA, dei genitori degli alunni e con il patrocinio del Comune. Il visitatore ha respirato il sapore acre del fumo che sale dal paiolo, ha ascoltato il martellare del fabbro, ha riannodato i fili con un passato fatto di semplicità e familiarità.

Bellissima l’ambientazione scenica tipicamente lucana ma, vicina “spiritualmente” alla Palestina. Vaglio di Basilicata piccola Betlemme. Illuminato da 200 citronelle e riscaldato dal calore di fuochi accesi per strada e dalla musica di sette “suonatori” che hanno ritmato canti natalizi, il Presepe si è snodato lungo le tre vie principali del paese Sabato 23 Dicembre. La Natività, punto di partenza e di arrivo, allestita nell’ex Palazzo Baronale “U Spurt” ha, idealmente, raccolto il pensiero di un paese che ha assaporato il gusto amaro di “una vigilia” di Natale degli anni ’50.

Non solo religiosità: lungo il percorso un forno, le “botteghe” del falegname, del barbiere, del fabbro, del calzolaio, una sartoria con radio d’epoca che trasmette musiche del tempo, una cantina e, poi ancora, un’osteria, un negozio in cui si trova di tutto un pò. Ma anche tre famiglie, ugualmente allegre, ma ognuna con una caratterizzazione e connotazione e, soprattutto, un piccole ovile ed una stalla in cui un angelo annuncia la nascita del Salvatore del mondo.

Educare al senso di appartenenza ad una comunità, ad una sua storia, alle sue tradizioni, ai valori di cui è portatrice: questo il messaggio. La piccola Vaglio entusiasta si è stretta intorno al nostro Arcivescovo Mons G. Ricchiuti che, dopo un caloroso intervento sui valori cristiani, ha benedetto il Bambin Gesù custode e paladino della fede più pura, spalancando le porte al Natale.

Saverio Monaco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *