Le telecamere di SAT 2000 ad Acerenza

Le riprese di SAT 2000La diocesi di Acerenza è sbarcata su Sat 2000. Una troupe dell’emittente promossa dalla Conferenza Episcopale Italiana, e visibile sul satellite e sul digitale terrestre della Rai, ha trasmesso il mese scorso una puntata di “Mosaico in piazza”, dedicata a vari aspetti della vita e della religiosità nell’area che va da Palazzo San Gervasio a Laurenzana. Si tratta dello speciale “Mosaico” del venerdì, riservato all’approfondimento sulle diocesi italiane. Diversi i temi trattati. La vita in un centro di recupero per tossicodipendenti. La spiritualità legata ai santuari diocesani. La giornata in un monastero di monache di clausura. L’attività degli scout. Le peculiarità naturali del panorama lucano. Il documentario di Sat 2000 è cominciato “zoomando” sulla comunità Emmanuel, in contrada Siano di Genzano, dove sono ospitati diversi ex tossicodipendenti. Religiosità e associazionismo si sono combinati ad Acerenza, dove le telecamere si sono soffermate sulla cattedrale romanica e sull’arcivescovo S.E. mons. Giovanni Ricchiuti, ma anche sulla casa di riposo e sui gruppi sportivi locali, dal calcio a 5 alla pallavolo al karate. Monache di clausura e santuario del Belvedere sotto i riflettori a Oppido Lucano, mentre a Banzi è stato il gruppo scout a catturare l’attenzione della troupe. A Palazzo San Gervasio, assieme i responsabili della Caritas, si è analizzato il fenomeno che vuole il centro bradanico meta, ogni estate, di tantissimi stranieri che vi giungono per la raccolta dei pomodori. Il tour nella più antica diocesi lucana si è concluso a Calvello, con la chiesa di Santa Maria de Planu a Calvello, e a Castelmezzano, dove la natura offre lo spettacolo indescrivibile delle Dolomiti Lucane.

Antonino Palumbo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *